Piccolo o grande, il bagno è la zona relax per eccellenza. Illuminiamolo a dovere!

Tendiamo tutti a considerare il bagno solo un locale di servizio, sia noi che ne trascuriamo l’arredamento, sia gli architetti che sempre più spesso ne diminuiscono le misure e non gli creano nemmeno una finestra. Tuttavia. Proprio per il suo essere un locale di servizio dovrebbe ricevere più attenzione e, se arredato e illuminato a dovere, potrebbe diventare la nostra stanza relax. Il modo più rapido per raggiungere questo obiettivo? I lampadari da bagno classici.

Dove posizionare le luci del bagno

I punti luce fondamentali sono solo due: lo specchio e il soffitto, su cui è fissata la luce che illumina tutta la stanza. Se avete un bagno con finestra le cose sono un po’ più semplici perché la luce che da questa arriva è sempre d’aiuto, ma se avete un bagno cieco le cose si complicano. In questi casi è fondamentale la scelta delle luci.

Il mio consiglio è di evitare le luci gialle, più fredde parlando di temperatura: queste aiutano sì il relax, ma se vi state preparando per andare al lavoro l’ultima cosa che vi serve è rilassarvi e desiderare ardentemente di tornare nel letto. Scegliete quindi luci bianche, un po’ più calde rispetto alle precedenti. Via aiuteranno a svegliarvi e a darvi la carica giusta per iniziare la giornata. Credeteci o no, sono un mezzo fondamentale per combattere la depressione stagionale.

Un altro punto dove posizionare le luci bianche è dietro o intorno allo specchio, in questo modo al momento del trucco o della rasatura non farete errori madornali finendo per tagliarvi o sbagliare la tonalità di fondotinta.

Se non volete rinunciare a qualche luce gialla da usare nei momenti di relax potere installare delle applique vicino la vasca o la doccia in modo avere la miglior luce possibile per rilassarvi. Se siete un amante delle candele potrete perfino trovare dei modelli a LED sul mercato.

Lampadari classici, quale è adatto al mio bagno

Qui si entra nel campo del gusto personale e dello stile, ma un consiglio non si nega a nessuno. Potete tranquillamente scegliere di continuare il filo conduttore della casa, bagno classico con luce classica, ma queste fanno davvero la differenza quando “sembrano fuori posto”: in un bagno di stile moderno.

Tenete innanzitutto conto dell’altezza del vostro soffitto e comprate il lampadario di conseguenza; non c’è nulla di peggio di sbattere la testa di prima mattina. Guardate poi i colori del vostro bagno: se è bianco dategli un tocco di colore scegliendo un lampadario colorato o con dei disegni, mentre se ha pareti scure o colorate preferitene uno bianco o comunque di un colore neutro. Anche il mal di testa è brutto la mattina. Un’altra possibilità è abbinarlo al colore dell’arredo: a volte capita di imbattersi in case con bagni particolari, avere un lampadario che ci si abbina lo farà sembrare meno strano. Si può giocare anche con i materiali: esistono infatti lampadari di forme classiche, ma in materiali innovativi o eco-friendly, come il legno. Usando una lampadina a LED non dovremo nemmeno preoccuparci di rovinarli.

Prendete bene nota di ogni consiglio e poi fate di testa vostra: siete gli unici che potete scegliere cosa è meglio per il vostro bagno.

Related Posts

© 2021 Powered by Deegita.com | Privacy Policy - Cookie Policy